Facebook   youtube  Twitter

  • image
A+ A A-
17 Set

JANULA JAZZ FESTIVAL: a Cassino la prima

Janula Jazz Festival Janula Jazz Festival ph. Giampiero Bisanti

[E. Augusti] Anche a Cassino si fa sera. Poche luci e la Rocca Janula, sorniona e fiera, sorveglia da lassù un’insolita frenesia su Corso della Repubblica. A un passo dal mitico Bar Italia, gli amici di Jazz e Libertà Roberto Reale, Francesco Mascio, Daniele Camerlengo e Antonio Violo sono pronti ad accogliere il pubblico del jazz, quello che, per la prima volta a Cassino, stasera, si lascerà sorprendere da uno spettacolo d’arte a tutto tondo. Artigianato, musica, arti figurative e Corso della Repubblica è un pullulare di suoni e colori.

Parte così la prima edizione dello Janula Jazz Festival 2011. Gianluca Terenzi, Kukalounge dj set, scalda l’ambiente e prepara l’ingresso al Marzo Zurzolo 5tet. Col sassofonista partenopeo ci sono Alessandro Tedesco (trombone), Vincenzo Danise (piano), Davide Costagliola (basso elettrico) e Gianluca Brugnano (batteria). Sono lì. L’attacco è morbido. Il sax di Zurzolo prende il via da lontano, allusivo, avvolgente. Disegna a tratti larghi, e quando il basso di Costagliola si sgancia dall’accenno contrappuntistico, lancia il tema. Parte il fugato che si arricchisce, fitto, carico di humor. Danise saltella nei ribattuti, vivace, tecnico, lucido e ne passa al filo di lama ogni frammento. Tedesco regge il gioco, e avanza ora per ottave, netto. È un circo. Un giro spinto e si tira su il tendone, lo spettacolo è pronto. Zurzolo calca la scena, lussureggiante, vulcanico, in rotta perenne con la semplicità e le sintassi lineari dei temi attinti con naturalezza e generosità dal pittoresco repertorio della tradizione napoletana. Un attimo ed è la festa del paesello, la banda che passa. Zurzolo è lì, con la sua straordinaria imprevedibilità narrativa, parodica e scanzonata, a burlarsi del reale. Racconta, severo, e denuncia, incurante. Rompe gli schemi, li deforma e li gabba, con la disinvoltura e la carica appassionata del più verace dei napoletani. Una selezione che riscopre alcuni dei mille volti degli album Migranti (Egea Records, 2009) o Ex voto (Egea Records, 2000). Ci finiscono dentro citazioni da Real Book e altre allusioni partenopee. Una fantasia. Zurzolo piega al suo carisma, e confeziona un prodotto fortemente caratterizzato. Direziona i suoi con la verve del maestro, e costruisce per gradini dinamici un edificio di pieni e vuoti pazzesco. Il pubblico è con lui, rapito e coinvolto completamente nella festa. Non controlla le tensioni, fortissime, che vanno da sole e conquistano vita a morsi. S’innesca il corto circuito. Bilancio positivo per questo primo appuntamento cassinese. Si continua il 18 settembre con gli Oro-Logic 4tete il featuring di Fabrizio Bosso. E il prossimo anno lo Janula Jazz Festival insidierà la Rocca. Bella rivincita per la vedetta sorniona!

Informazioni aggiuntive

  • Autore: Eliana Augusti
  • Luogo: Cassino (RM)

Elezioni Sonore

 

Invia il tuo cd

Newsletter

Ricezione
Privacy e Termini d'uso
  • LIVEdiary
  • Roma - Auditorium Parco della Musica
  • Torino Jazz Festival 2014

Eventi

<<  Giugno 2022  >>
 Lun  Mar  Mer  Gio  Ven  Sab  Dom 
    1  2  3  4  5
  6  7  8  9101112
13141516171819
20212223242526
27282930   

Copyright LaOrilla 2011. Tutti i diritti riservati.

Login

Registrati

Registrazione Utente
o Annulla