Facebook   youtube  Twitter

  • image
A+ A A-
07 Nov

Un Viaggiatore Immobile: Remo Anzovino al Blue Note di Milano

 

[M. Capozzi] Rigoroso silenzio. Il palco è vuoto, ancora per poco. Le luci calde (a contrasto con il bluette di velluto del locale) si abbassano e lui, concentratissimo, avanza in un inchino prima di sedersi al pianoforte e spiccare il volo. Accordo in fa maggiore e l’Altrove si dischiude.
 
 “La poesia non è di chi la scrive. E’ di chi gli serve” – M. Troisi (dal film “Il Postino”)
 
1 Novembre 2012 – Remo Anzovino al Blue Note di Milano presenta Viaggiatore Immobile, il suo quarto lavoro discografico, pubblicato a Ottobre 2012 da EGEA Music. L’artista di Pordenone (prestato alla giurisprudenza … e ad Alitalia - si legge nelle sue biografie) racconta di aver composto le sue musiche in meno di un mese, in modo convulso, partendo dall’idea di far andare il pianoforte – strumento nella realtà ingombrante e difficile da trasportare - in giro per il mondo, quasi fosse un panciuto signore aristocratico in frak che s’allontana d’improvviso, con bastone e valigia, dalla sua esistenza quotidiana per incontrare altri volti, altri occhi, altre emozioni di viaggiatori immobili, tanto quanto lui. La musica di Anzovino cattura dalla vita di tutti i giorni scorci di esistenza, che si nutre di desiderio, e li trasforma in polifonie visive. 
 
I colori del fraseggio, intensi, vigorosi, attivano il cinema dell’immaginazione e QUATTRO CANTI procede dal palco del Blue Note dondolando per le vie di Palermo. 
NATURAL MIND conduce in altri luoghi. Le dita al pianoforte si fanno radici, solide, e crescono in fusto e rami che allungano, al vento, germogliando a  bussare in cielo, goccia di sole, si lascia cadere in freschi ruscelli. Le increspature. Brividi. SPASIMO. Il coraggio della fantasia cammina oltre i più intimi desideri, ed ogni nota si fa musica. Quella musica che fa desiderare talmente tanto forte, da farti male. 
Con TRANSOCEANO, Anzovino conduce il pubblico in America e regala eco ed incanto del mare. Il cammino diventa un trasporto a occhi chiusi, attraverso atmosfere oniriche e suggestioni ancestrali, sapientemente disegnate da Vincenzo Vasi (theremin, glockenspiel, electronics) in contrapposizione al pianoforte. 
La tessitura musicale, fitta ed evocativa, si fa danza e racconto.
Storie di coppie che piangono e ridono; si abbracciano e si urlano contro. Amori, vissuti di luce e di ombra, quotidiani. Amori che ci fanno stare bene oppure ci deludono, ma dei quali non possiamo fare a meno. Amori popolari. AMORI POP: le mani tese. Arrivi in rincorsa di attese. Un bacio rubato, di fretta, al parcheggio del supermercato. Una carezza mentre guardi la tv. Amori, che non te ne accorgi. Amori che… non respiri se non c’è. 
Bianco di schermo in dissolvenza. E l’immaginario proietta un ritmo dolce di note gaie e semplici: una bimba di due anni gioca sotto al pianoforte a coda del papà, che scrive in musica IRENELLE. 
La giostra lascia spazio a un leggero movimento di fado. L’Atlantico riflette le luci di Lisbona, in una notte colma di musica e malinconia. ORCHIDEA, in stereofonia di emozioni.
Come in un cerchio, il cammino dei viaggiatori immobili torna al punto di partenza: ritrova i volti, che il “Signorotto Pianoforte”, in frak, bastone e valigia, ha incrociato lungo la via. Torna nello SPECCHIO, «che non dovrebbe mai mancare in nessuna camera da letto». 
 
La chitarra elettrica di Alberto Milani, la voce blues di Vasi e la fraterna presenza di Marco Anzovino (chitarra acustica e batteria) contribuiscono a creare il file rouge del viaggio di Remo Anzovino, in un crescendo di energia e intensità che culmina nella meraviglia di CAMMINO NELLA NOTTE e nel ritmo trascinante di TABU’.
 
Le luci del palco si fanno più calde e soffuse. Ed è L’AMANTE , suadente e malinconica, in piano solo, a congedare il pubblico. Gli immaginari titoli di coda non mettono fine al viaggio. Perché il desiderio non si evoca. Il desiderio si canta. In musica, come una necessità primaria. Continuamente.
 
 
 

Informazioni aggiuntive

Elezioni Sonore

 

Invia il tuo cd

Newsletter

Ricezione
Privacy e Termini d'uso
  • Roma - Auditorium Parco della Musica
  • LIVEdiary
  • Torino Jazz Festival 2014

Eventi

<<  Dicembre 2022  >>
 Lun  Mar  Mer  Gio  Ven  Sab  Dom 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

Copyright LaOrilla 2011. Tutti i diritti riservati.

Login

Registrati

Registrazione Utente
o Annulla