Facebook   youtube  Twitter

  • image
A+ A A-

G. LUSI/ J. HOLMES - Loose

Lunedì, 25 Agosto 2014 16:43

[E. Augusti] (Get) loose per dire abbandonarsi, lasciarsi andare, sognare improvvisando (D. Rea). (Get) loose, per giocare d’assonanze col nome di Gianluca Lusi (sax). Produzione Tosky Records targata 2013. Otto tracce che si lasciano ascoltare per sobrietà e gradevolezza, anche dove si inerpica il virtuosismo più spinto. Accanto alla voce fluttuante di Lusi, quella a tinte forti di Joel Holmes al piano. Dagli arabesque debussyani di “Renèe” alle ritmiche coinvolgenti di “New Beginnings”, Loose giunge alla title track, e racconta fedelmente l’intenzione del progetto. Sonorità dense, ora sostenute ora sfaldate da un pianismo articolato e corrosivo, dinamico e sempre presente. Due personalità diverse, quella di Lusi e Holmes, combinate audacemente in un incastro che funziona e convince. Ammiccante e divertente la lettura di “Stardust”. 

Pubblicato in Album

Dario Germani Trio al 28. For Life!

Venerdì, 24 Gennaio 2014 12:30

[E. Augusti] Ha senso mettersi a scrivere il report di una session a quasi due settimane dal live? Certo che no. Ma forse riacquista un senso provare a raccontare un momento di musica che, in quanto tale, resta. Roma. Nella “cantina” del 28DiVino Jazz fermenta For Life. Fermentazione alcolica per una produzione Tosky Records targata 2013 che segna il debutto da leader del contrabbassista Dario Germani. Accanto a lui, Stefano Preziosi al sax contralto e Luigi Del Prete alla batteria. Tre personalità diverse che si incontrano, per raccontare e raccontarsi la vita. Magnetico Del Prete, nei suoi cambi d’abito. Aggressivo, disarticolato, intenso, aggancia a morsi ogni frammento, senza perdere di petto il disegno, sempre chiaro e vivo. Gli scorre tra le mani, a punta di bacchetta, a filo di spazzola. Preziosi racconta, ora liquido, ora sillabato. Special guest, Aldo Bassi alla tromba, spinge, di sincope, e trascina. Si inseguono, Bassi e Preziosi, per poi tornare all’unisono, sempre su linee scomposte, riconoscibilmente monkiane, da percorrere con gusto. E tutto sembra spegnersi all'improvviso, al “Crepuscule with Nellie”, un attimo prima che Germani apra la sua “Lullaby for Bianca”. Presenza discreta, la sua, ma solida e rassicurante, anche quando puntella e sfida l’assolo, ad occhi chiusi. “Mister GT” è la dedica al maestro Tommaso. Smania gli assoli Del Prete, sempre da protagonista. Primo e secondo piano, quel che appare, quel che resiste, quello che c’è. La vita e le sue contraddizioni, come in “XY”. Gli opposti che si attraggono e si compenetrano. Ritorna Bassi, e si scivola verso il finale, sempre sui fraseggi distesi di Germani. Un racconto onesto il suo, come sa esserlo un buon vino. For Life, Good Life! 

Pubblicato in Report

Elezioni Sonore

 

Invia il tuo cd

Newsletter

Ricezione
Privacy e Termini d'uso
  • Roma - Auditorium Parco della Musica
  • LIVEdiary
  • Torino Jazz Festival 2014

Eventi

<<  Dicembre 2022  >>
 Lun  Mar  Mer  Gio  Ven  Sab  Dom 
     1  2  3  4
  5  6  7  8  91011
12131415161718
19202122232425
262728293031 

Copyright LaOrilla 2011. Tutti i diritti riservati.

Login

Registrati

Registrazione Utente
o Annulla